• Notizia
  • Sport

Supercoppa italiana. Juventus-Milan 1-1 (3-4 dcr). Donnarumma e Pasalic decisivi ai rigori

Supercoppa italiana. Juventus-Milan 1-1 (3-4 dcr). Donnarumma e Pasalic decisivi ai rigori

A Doha, la squadra di Massimiliano Allegri perde ai calci di rigore la finale di Supercoppa Italiana contro il Milan. Illusa dal vantaggio di Chiellini arrivato dopo venti minuti del primo tempo, la Vecchia Signora è stata raggiunta da una rete di Bonaventura. Da quel momento in poi, il risultato di parità non si è più schiodato nonostante le diverse occasioni da ambo le parti. Le difficoltà di Lemina, entrato in campo al posto di Sturaro. Ancora in panchina Dybala, l'attacco bianconero è formato da Mandzukic e Higuain. Al 7' è Mandzukic a chiamare in causa l'estremo difensore milanista, il portiere si rifugia in angolo. Ci sono voluti i penalty dopo l'1-1 maturato nei centoventi minuti di gioco.

Al 13' Paletta atterra Higuain al limite dell'area, la seguente punizione di Pjanic è disinnescata dalla barriera. Montella rispolvera Bacca al centro del tridente, ai lati spazio per Suso e Bonaventura. Al 32' Allegri è costretto ad effettuare il primo cambio: Alex Sandro accusa un problema muscolare e deve lasciare il campo, al suo posto Evra. Proprio il croato suona la carica e al 43' costringe Romagnoli al fallo, ammonito il difensore milanista.

Senza gol line technlogy e senza Var, il calcio italiano sbarca a Doha con i tifosi di Juve e Milan a casa, in ufficio, nei negozi, in auto ma comunque non allo stadio. Nella ripresa Romagnoli colpisce una traversa, mentre ai supplementari Bacca e Dybala si divorano due palle gol clamorose. Un segnale di allarme che è suonato nelle orecchie dei bianconeri, capaci di reagire subito con una legnata di Khedira che ha dimostrato quanto sia bravo Donnarumma. E allora capirete che la pressione, anche quella che inevitabilmente si crea su di lui, potrebbe tirargli un brutto scherzo.

Buffon e Rugani sventano il pericolo creato da Bacca. A questo punto la Juve sembra non averne più, il Milan torna a premere sull'acceleratore ma l'equilibrio non si schioda.

All'argentino ha anche negato la gioia del goal durante i tempi supplementari, chiudendogli lo specchio della porta con una tempestiva uscita bassa. "Seguiamo sempre il mister, ringraziamo pure lui per questa vittoria". A sette dal termine, Evra trova il gol del 2-1, ma la terna segnala - correttamente - la posizione irregolare del francese. Intorno la mezz'ora dentro Dybala, fuori Pjanic.

È la roulette dei rigori ad assegnare la Supercoppa al Milan. Invece, Gianluca Donnarumma, per tutti semplicemente "Gigio", nella serata più importante di questa prima parte della sua carriera è riuscito ad isolarsi da tutti e dal mondo che gli girava intorno. Tocca a Higuain: gol. Khedira riporta avanti la Juve, Suso beffa Buffon. È Pasalic a mettere la firma sulla vittoria rossonera. La Juve s'inchina, ha vinto il Milan.

Reti: pt 18' Chiellini, 38' Bonaventura. A disp. Audero, Neto, Benatia, Cuadrado, Hernanes, Barzagli, Pjaca, Asamoah, Coccolo. All.

AMMONITI: 35' Lichtsteiner (J), 43' Romagnoli (M), 58' Kucka (M), 70' De Sciglio (M), a tempo scaduto Higuain (J).

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Merkel ricorda Fabrizia Di Lorenzo

Nel ringraziare la polizia italiana per il suo intervento, la Merkel ha ricordato Fabrizia Di Lorenzo, vittima italiana dell'attentato a Berlino .

Il governo approva il decreto "salvarisparmi" da 20 miliardi per salvare Montepaschi

Per tutta la giornata di ieri si sono susseguiti i contatti tra Siena, Milano e Roma per definire le modalità dell'intervento. Ad essere tutelate sono esclusivamente le banche , mentre i risparmiatori , come sempre, saranno costretti a subire.

Roma: Spalletti: Rinnovo, Ne parleremo a fine stagione!

Curioso vedere come nelle sole quattro partite nelle quali i veronesi sono andati in rete, hanno portato a casa ben 7 punti. Spalletti accenna anche al mercato :"Ne abbiamo parlato, la società è attenta a quello che può capitare".

Roma, Spalletti: "Il rinnovo di contratto? Io voglio il risultato, voi no?"

Inoltre, la squadra di Spalletti finora non ha sbagliato un colpo tra le mura amiche, ottenendo sempre risultati utili. No, non c'è un termine ultimo, in questo momento c'è un'attenzione massimale alle nostre partite e al nostro percorso.

Attentato di Berlino, il papà di Fabrizia: "Non mi illudo"

I documenti necessari per rimandarlo a casa - paradosso crudele - sono attivati solo oggi, due giorni dopo la strage di Berlino . E' quanto si sottolinea nel mandato di cattura dell'uomo che ha usato almeno "sei diversi nomi e tre diverse nazionalità".

Atterrato a Malta un aereo dirottato con 118 passeggeri

L'aereo effettuava un volo di linea interno alla Libia, quando il pilota è stato costretto a cambiare rotta e dirigersi su Malta . Il premier di Malta ha detto di essere stato informato del possibile dirottamento dell'aereo libico , diretto verso l'isola.

Simeone: "Inter? All'Atletico Madrid sto bene"

A volte sarebbe meglio gettarsi tutto dietro alle spalle e abbracciare nuove ed emozionanti sfide". Nulla è precluso: "Altri cinque anni sono tanti, ma potrebbero anche diventare dieci, chissà.

Roma di rimonta, 3-1 al Chievo: +5 sul Napoli

Tris giallorosso che arriva in pieno recupero: Costa stende Perotti in area, il direttore di gara concede il calcio di rigore . Risposta immediata di El Shaarawy che con un gran tiro di destro costringe Sorrentino ad allungarsio sulòla linea di porta.

Roma: ecco i convocati per il Chievo

Con il vantaggio la squadra di Spalletti gestisce il pallone, abbassando i ritmi e addormentando il Chievo . Infine El Shaarawy ammette: " Vincere era quello che volevamo dopo la sconfitta dello Juventus Stadium.

Killer Berlino, Merkel: ringrazia la polizia italiana e ricorda morte Fabrizia

Amir è stato identificato attraverso i documenti dell'Ufficio richiedenti asilo trovati nell'abitacolo del camion. In Italia poi si era reso protagonista di vari episodi di violenza, in almeno 12 occasioni, a partire dal 2013.