• Notizia
  • Esteri

Dal mondo/Cile, bombe carta nelle chiese alla vigilia della visita del Papa

Dal mondo/Cile, bombe carta nelle chiese alla vigilia della visita del Papa

Lo storico Viaggio di Papa Francesco in Cile e Perù (dal 15 al 22 gennaio 2018) sta per cominciare ma il "benvenuto" di una frangia della popolazione non è esattamente dei più auguranti: nelle ultime ore sono ben quattro gli attacchi avvenuti contro altrettante Chiese Cattoliche (tre andati a segno, un quarto evitato all'ultimo), non ci sono feriti ma la paura per altre ripercussioni la prossima settimana è tutt'altro che minima. Lo riferiscono media locali che citano fonti della polizia. Francesco nonostante le reiterate lamentele da parte dei fedeli per avere nominato vescovo Juan de la Cruz Barros, che ha mantenuto al suo posto in questi anni nonostante le imponenti manifestazioni di protesta, anche politiche, e le accuse di tre vittime e da numerosi sacerdoti e fedeli, che gli imputano di essere stato complice degli abusi sessuali compiuti dal sacerdote Fernando Karadima, per molti anni una celebrità della Chiesa cilena, ormai ottantenne e condannato solo nel 2012.

Gli attacchi sono opera di sconosciuti, tanto che la stessa presidente cilena Michelle Bachelet parla di "episodi molto strani, perché non rivendicati da gruppi specifici ma da sedicenti corpi liberi". La vigilia della visita del Papa in Cile è tesa, si comprende allora il senso della frase del cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, che ha pronosticato "un viaggio non semplice" questo del Santo Padre per i vari temi che verranno affrontati.

In Perù con l'incontro dei popoli dell'Amazzonia nella città peruviana di Puerto Maldonado, Papa Francesco dà il "La" al Sinodo amazzonico che ha convocato a Roma per il 2019.

"Non è purtroppo una sorpresa per noi qui in Cile che accadano queste cose", ha aggiunto padre Herrera.

I vescovi argentini chiedono di porre fine alle speculazioni su Papa Francesco, alle distorsioni del suo messaggio e all'associazione del suo ministero a personalità politiche o a ideologie varie. "Veramente il risultato sarà una generazione contrassegnata da un sigillo di servizio, dedizione e unione con la nostra Chiesa" dice a Fides per concludere. Miranda, leader di un gruppo di senza tetto, sulla sua pagina di Twitter, ha pubblicato un video nel quale si vede come agenti delle forze di sicurezza cilene sono entrati nella sede della nunziatura, malgrado i manifestanti abbiano cercato di impedire l'accesso. Agiscono nella notte e in questo caso hanno preso di mira chiese piccole e povere, frequentate da gente povera. Circa trenta minuti dopo, un nuovo messaggio ha riferito che gli autori delle proteste e dell'occupazione sono detenuti in un ufficio dei carabinieri cileni nel quartiere di Providencia.

"Ci addolorano profondamente questi fatti, che contraddicono lo spirito di pace che anima la visita del Papa al Paese", scrive l'arcidiocesi in una nota. "La Chiesa locale non è preoccupata per la riuscita della visita del Papa in Cile". Noi sappiamo che l'amore di Cristo supera tutto e arriva a tutti e siamo animati da una grandissima speranza e da una grandissima fiducia.

"Il Papa conosce i momenti e le possibilità".

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Combinata di Wengen: tre azzurri nei primi 5 dopo la discesa

Si tratta di Nadia Fanchini, Hanna Schnarf, Verena Stuffer, Anna Hofer, Sofia Goggia, Federica Brignone, Marta Bassino, Nicol Delago e Federica Sosio.

Festival di Sanremo 2018: ecco i cachet dei tre conduttori

Ma niente è ancora scritto nel marmo quindi le variazioni del palinsesto artistico sono continue. Specie le ultime baciate da grandi ascolti.

Romina Power su Twitter: "Dov'è Ylenia?"

L'ultima telefonata di Ylenia alla famiglia risale al primo gennaio del 1994, una chiamata partita dal telefono del LeDale Hotel di New Orleans.

Pallotta: tutti vogliono lo stadio della Roma esclusi i laziali

Tranne forse i tifosi della Lazio , ma verranno a giocare lì una volta a stagione". "Non riuscivo a capirlo, ora invece vado fuori di testa". "Sono questi i numeri a cui dobbiamo ambire".

Sahara imbiancato: la neve arriva nel deserto

A dicembre 2016 si era avuto l'ultimo evento nevoso nella stessa zona con circa 80 cm di neve . Alcuni dei suoi scatti sono stati pubblicati sulla pagina ufficiale Facebook del fotografo.

Occupati al top da 40 anni, migliora la situazione dei giovani

Anche la leader Cgil, Susanna Camusso parla di precarizzazione del lavoro con un "ennesimo boom dei contratti a termine ". Ad ogni modo, rispetto a febbraio 2014 sono 1 milione e 29 mila i posti di lavoro aggiuntivi, di cui 541 mila permanenti.

Sisma di magnitudo 7,8 nel mar dei caraibi, allerta tsunami

Eccoci con un nuovo appuntamento con le notizie sui programmi tv, che hanno appena visto la sospensione di Sacrificio d'amore, [VIDEO ] la soap opera con Francesco Arca.

Fornero, Di Maio: Salvini la rinnega, si è venduto per poltrone

Spiega Metassi: "Siamo in fase preelettorale e l'attività delle camere, come noto, si circoscrive all'ordinaria amministrazione". Ma v'è di più, posto che la tendenza del nostro paese all'invecchiamento sta aumentando in maniera particolarmente veloce.

Omicidio a Venezia nella notte

E., 50 anni, è stato fermato e accompagnato al comando di San Zaccaria per essere sentito. Un omicidio, nella notte tra lunedì e martedì, ha scosso la tranquillità di Venezia .

Sanremo, De Filippi: "Sbagliato non prendere cantanti dai talent"

Forte di quella esperienza, adesso, la conduttrice Mediaset ha il diritto di commentare le scelte del nuovo direttore artistico, Claudio Baglioni .