• Notizia
  • Sport

Pirlo difende Buffon: "Ha esagerato, ma posso capirlo"

Pirlo difende Buffon:

Il più calmo e impassibile di tutti giustifica la rabbia e le dichiarazioni di Gigi Buffon. ll rigore concesso da Oliver in Real-Juve avrebbe mandato su tutte le furie anche l'imperturbabile Andrea Pirlo. "Io sarei andato fuori di testa".

Presente a Milano per presentare la sua partita d'addio in programma a San Siro il prossimo 21 maggio, Andrea Pirlo ha così parlato di quanto successo ieri sera alla Juventus nella partita contro il RealMadrid al Santiago Bernabeu: "Alla partita ho invitato tutti i protagonisti del Mondiale del 2006".

"Il ritiro arriva perche' devi capire che non sei più quello di prima, che il fisico ti da' dei segnali e che gli altri vanno piu' veloci di te". L'incasso della partita sarà devoluto alla fondazione Vialli e Mauro e la fondazione Pietro Onlus, mentre alcune maglie indossate da Pirlo in carriera verranno messe all'asta. Quando ti tolgono una partita così a 10 secondi dalla fine, ci sta che tu impazzisca.

"Il rigore del Real Madrid potevaanche starci, ma l'arbitro in certe situazioni può evitare didarlo". Al Milan sono stati dieci anni fantastici, irripetibili, mi hanno fatto diventare un calciatore importante, mi hanno fatto divertire stando in una famiglia. Lasciare i rossoneri è stato complicato, ma ad un certo punto devi trovare nuovi stimoli. Se fossi stato in campo ieri, mi sarebbe bruciato molto uscire in quel modo. Queste parole sono state pronunciate da Andrea Pirlo, in conferenza stampa per presentare l'ultima da giocatore, una sfida amichevole con tante vecchie glorie, compagni di Nazionale, Milan ma anche Juventus, i cui nomi saranno svelati in seguito. "La delusione rimane, ma dopo qualche giorno passerà e la Juventus penserà a Coppa Italia e Serie A". Dal compagno tecnicamente più forte ("Ronaldinho"), all'avversario più fastidioso: "Park Ji Sung". Nesta. Il più casinista?

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Juventus, Benatia sbotta: "Sempre più disgustato dal mondo del calcio"

Medhi Benatia spiega le sue ragioni: "Non ho spinto nè toccato Vazquez , fa male uscire in questo modo". Faccio di tutto per evitare il contrasto e cerca di cadere perchè è l'unica cosa che può fare.

Real Madrid-Juventus. Il rigore di Benatia per fallo su Vazquez

In Inghilterra non hanno dubbi: Michael Oliver è stato uno degli eroi positivi della serata del Santiago Bernabeu . Agnelli attacca poi Pierluigi Collina sottolineando la necessità di un ricambio dei designatori ogni tre anni.

La festa per i 166 anni della Polizia. "Esserci sempre"

Una cosa, però è certa: per tanti reati si è registrata una diminuzione rispetto al periodo precedente. "Siamo pronti a bloccare ogni tentativo".

Mariah Carey: "Soffro di un disturbo bipolare"

Ha continuato: "Spero che cessino i pregiudizi che gravano sulle spalle di chi affronta tali malattie". Fino a poco tempo fa vivevo nella negazione, nell'isolamento e nel timore costante di essere esposta.

Juventus, Agnelli: "Complimenti ai ragazzi, ci vuole il VAR anche in Europa"

Sulla partita - "Certi episodi non sono un gol o un non-gol, si tratta di andare in semifinale e l'avremmo meritata". Il saluto all'arbitro? Per cortesia si saluta prima e dopo la gara è così ha fatto Marotta .

Benatia: "Rigore assurdo, ho girato intorno al mio avversario per non toccarlo"

Fa male, abbiamo fatto una gara incredibile, sono orgoglioso di far parte di questa squadra". E' un contrasto, una palla sul secondo palo, lui controlla e non mi vede arrivare.

Milan-Sassuolo 1-1, Kalinic si risveglia ma non basta a Gattuso

I tentativi principali arrivano allora dagli altri violini - Kessié Suso , Calhanoglu - ma Consigli si fa sempre trovare pronto. Gli spazi intasati non facilitano le imbucate ma è la mancanza di lucidità offensiva la vera avversaria dei rossoneri .

Champions League, folle rimonta della Roma: i Gladiatori affossano il Barcellona

Eroici i ragazzi di Di Francesco , sospinta da un pubblico caldissimo, che stasera è stato veramente il dodicesimo uomo in campo. E poi gli episodi , che hanno girato finalmente dalla parte giusta, a partire dal gol del bosniaco dopo una manciata di minuti.

Serie A Napoli-Chievo, vittoria dei partenopei all'ultimo respiro: scudetto ancora possibile?

Non è finita ma la strada è ancora lunga, ci sono ancora tane partite. Un risultato pesantissimo conquistato col cuore.

Guardiola: "Il City non molla". Klopp: "Completiamo l'opera"

Non vedo l'ora di giocare perché per noi è una grossa opportunità, dovremo creare loro il maggior numero di problemi. In mezzo al campo invece il terzetto formato da David Silva, Fernandinho e De Bruyne.