• Notizia
  • Cultura

Niccolò Bettarini intercettato: "I miei aggressori picchiati in carcere da ultrà dell’Inter"

Niccolò Bettarini intercettato:

Il figlio di Simona Ventura e l'ex viola Stefano Bettarini è stato vittima di una feroce aggressione lo scorso 1 luglio e in un'intercettazione di qualche giorno dopo, parlando al telefono con un amico, racconta di aver "ricevuto la visita dei capi della curva dell'Inter", i quali "gli hanno detto che a San Vittore hanno fatto picchiare i suoi aggressori, li hanno fatti gonfiare come "prugne" sia dagli sbirri che da quelli dentro". La vicenda comunque va avanti e il gip ha disposto il rito immediato a carico dei quattro fermati per tentato omicidio e gli imputati in questi giorni, come riportato da Agi, chiederanno tutti di essere giudicati con rito abbreviato.

Non risulta esserci stato alcun pestaggio in carcere nei confronti dei quattro fermati per il tentato omicidio di Niccolò Bettarini, il figlio 19enne di Simona Ventura e Stefano Bettarini, aggredito il primo luglio scorso davanti ad una discoteca milanese. Niccolò: "Ho corso eh. e poi boh si avvicina sto albanollo e mi dice 'tu c'hai gli orecchini come i mieì (.) mi ha dato il buffettino in faccia, io gli ho dato un cartone".

I rappresentanti della curva nord dell'Inter hanno smentito "assolutamente di conoscere Niccolò Bettarini", e "soprattutto di aver fatto picchiare i suoi aggressori". Chiacchierando sempre al telefono con un altro amico, poi, Bettarini ricostruiva anche come era scoppiata la lite che ha portato alla sua aggressione, "confermando - scrivono gli investigatori - ancora una volta quanto emerso nel corso delle indagini". "Lo sono andato a trovare ieri in carcere, garantisco che né lui né gli altri sono stati aggrediti", dichiara. L'avvocato Perlino ha già chiesto al gup Guido Salvini l'acquisizione delle cartelle cliniche per valutare l'entità delle lesioni rispetto all'accusa formulata e la testimonianza in aula di Niccolò Bettarini (parte civile nel processo) sulla ricostruzione di quanto accaduto. L'amico: "Sì infatti, quello lo immaginavo". "E poi boh, me ne sono trovati quindici addosso, da lì non ho più capito niente", conclude Bettarini. "Tu come al solito reagisci di merda", gli fa notare l'amico.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Le prime foto del nuovo Starbucks a Milano

Il protagonista della Roastery è il caffè , che viene lavorato in ogni sua fase nel locale al cui centro campeggia una grande macchina tostatrice .

Asia Argento fuori da X-Factor: "necessario tutelare i concorrenti"

Grandi novità anche per quanto riguarda l'X Factor Daily che questo anno verrà condotto dal duo musicale formato da Benji & Fede . Nel frattempo, durante le battute iniziali del programma vedremo ugualmente in onda Asia Argento , fino agli Home Visit .

Bambini a scuola solo se vaccinati: il (clamoroso) dietrofront del governo

La maggioranza ci ripensa sui vaccini: è pronto un emendamento al decreto milleproroghe per confermare l'obbligo per la frequenza scolastica .

West Nile, due donne morte a Bologna

Questa malattia viene trasmessa dalle punture di zanzare contagiate a loro volta da uccelli selvatici. Anche a Budrio sono accertati tre casi mentre uno è sotto osservazione a Bentovoglio.

Meteo ROMA: oggi nubi sparse, Venerdì 7 e Sabato 8 poco nuvoloso

In serata si rinnovano condizioni di tempo instabile con piogge sparse su Alpi, Piemonte e Lombardia, più asciutto altrove. Sabato 8 Settembre: giornata caratterizzata da nebbia al mattino, temperatura minima di 17°C e massima di 29°C.

No a gol doppio fuori casa,Uefa ci pensa

Il pensiero comune è quello che la regola dei goal in trasferta sia controproducente, perché invita le squadre fuori casa ad attaccare e quelle in casa a difendersi.

A Tripoli scatta la tregua

Da quando l'esecutivo è entrato in servizio a marzo del 2016, la sicurezza sua e quella di Tripoli dipendono da milizie . Per questo quello che sta avvenendo nelle ultime ore nella capitale è particolarmente grave.

Migranti, irreperibili 50 della Diciotti. Lega: "E’ segno che non sono disperati"

Le persone che si sono allontanate si erano limitate a "manifestare l'interesse per formalizzare la domanda d'asilo". "Si fugge da uno stato di detenzione - dice - e è non questo il caso.

Statale Milano, test di Medicina: 3.380 candidati per 350 posti

A Torino, come nel resto d'Italia, è in stamattina, martedì 4 settembre, corso il test d'ingresso alla facoltà di Medicina e Odontoiatria .

Donata a Francesco una vespa del '71

Ma chi è Carlo Maria Viganò? "Credo che il documento parli da sé". Ma il Figlio del Padre Celeste usa solo " la Parola di Dio ". Francesco promette quindi silenzio sul caso Viganò.